Il Cialis è noto per il trattamento della disfunzione erettile, migliorando il flusso sanguigno e facilitando l'erezione. Questo effetto benefico è apprezzato non solo in ambito medico, ma può anche influenzare positivamente altri aspetti della vita quotidiana. Per esempio, nel contesto sportivo, un miglioramento della circolazione può aiutare a ottimizzare le prestazioni e la resistenza. Il Cialis, quindi, può avere applicazioni sorprendenti al di là del suo uso principale. Per chi cerca un approccio discreto, è possibile acquistare Cialis online senza ricetta con facilità e privacy.

Roma-Lazio, MKHITARYAN: «Rinnovo? C’è tempo per scegliere, valuterò tutto»

Queste le dichiarazioni di Henrik Mkhitaryan, centrocampista della Roma, rilasciate alla stampa al termine del derby con la Lazio:

MKHITARYAN A DAZN

I numeri dicono che è la sua miglior stagione?
Secondo me si, è la stagione più bella, grazie ai compagni per avermi aiutato ad arrivare a questo livello. Abbiamo provato a vincere qualcosa ma non ci siamo riusciti, un vero peccato. Spero che la Roma vincerà qualcosa nei prossimi anni.

Ci sarà anche lei?
Vediamo, non posso dire nulla, c’è ancora tempo. Parleremo a fine stagione.

Mourinho l’ha vista…
Sono innamorato di questa squadra e di questa città, ma c’è ancora tempo per scegliere.

Il ruolo che le piace di più?
E’ indifferente, per me conta giocare, divertirmi e aiutare i compagni a vincere. Ringrazio Dzeko per l’assist, una bella vittoria.

Un regalo per lui?
Si, ma è un segreto…

Cambia molto da Fonseca a Mourinho?
L’ho avuto nel 2016 a Manchester, possibile che sia cambiato tutto, non saprei. Ma anche a Manchester abbiamo giocato bene e vinto, se verrà qui e può aiutare la Roma a vincere sarebbe bellissimo.

Fonseca, che gioia gli avete regalato stasera?
Prima della partita ci ha detto che poteva essere l’ultima partita per qualcuno e anche per lui, ci ha chiesto di fare qualcosa di speciale per lasciarci un bel ricordo di questa stagione. Non era facile affrontare la Lazio, il derby è sempre speciale ma abbiamo dato tutto per vincere. E tutti dicevano che non eravamo in grado di battere le big, ma abbiamo dimostrato che possiamo battere chiunque.

Le differenze nel dettaglio tra Fonseca e Mourinho.
Ogni allenatore è differente, conta vincere le partite e vale solo questo alla fine. Vedremo cosa ci chiederà il mister e alla fine vedremo se riusciremo a vincere qualcosa.


MKHITARYAN A SKY SPORT

Oggi avete giocato a grandissimo livello per 90 minuti
Si siamo stati concentrati, sapevamo che non era facile perché la Lazio è forte fisicamente e tatticamente ma abbiamo aspettato il momento giusto per segnare, menomale che abbiamo segnato a fine primo tempo così poi nel secondo abbiamo avuto più spazio dietro la loro difesa ed era più facile giocare

Perché non é arrivato prima questo spirito di sacrificio?
Dobbiamo capire che è da 3 mesi che giocavamo ogni 3 giorni e non era facile. Il mister ha fatto di tutto per cambiare alcuni giocatori e dare riposo, nelle ultime partite abbiamo cambiato anche tatticamente e questa era la chiave per vincere queste partite contro Lazio e anche Manchester.

I tifosi vogliono sapere cosa accadrà nel tuo futuro…resterai alla Roma?
C’è ancora una partita, dopo vedremo che succederà. Io sono innamorato di questa città dei tifosi e del gruppo ma c’ho 32 anni e non è facile fare una scelta. Devo analizzare tutto per vedere se è bene per me o no.

Vorresti conoscere le ambizioni della società?
Tutto, tutto

Il tuo rapporto con Mourinho?
Quello che è successo a Manchester era a Manchester, adesso siamo a Roma e se lavoreremo insieme dovremo iniziare da zero per fare il meglio per la squadra e la società. Io farò tutto per aiutare la squadra e anche lui, avremo le stesse ambizioni per aiutare a vincere qualcosa.


MKHITARYAN A ROMA TV

12 gol, hai superato il tuo record. Bella emozione, ma peccato per la stagione.
Peccato che non siamo arrivati nelle posizioni più alte del settimo posto. Ora dobbiamo pensare al prossimo anno, credere di fare di più perché questa squadra è capace di fare di più di quanto fatto quest’anno.

Se ci fosse stato il tifo, avrebbe caricato di più un giocatore come te…
Sono d’accordo, con i tifosi sarebbe stato totalmente differente. Potevo segnare di più, purtroppo è un peccato che quando segni non può festeggiare in modo normale perché non c’è nessuno oltre ai compagni. Spero che i tifosi potranno tornare l’anno prossimo così potranno aiutarci e vincere le partite insieme.

Cosa si è rotto in questo gruppo a un certo punto?
Secondo me dopo la prima parte del campionato gli avversari avevano capito il nostro gioco, il mister alla fine ha capito e ha cambiato il sistema e abbiamo iniziato a giocare a 4, che per gli avversari era più difficile da capire. Per questo abbiamo giocato meglio e vinto le ultime partite contro le più forti. Era già tardi ma è importante aver capito di poter vincere le grandi e di poter arrivare a un livello più alto.

Cosa è mancato con lo United?
Secondo me il problema è stata la prima partita, abbiamo dimenticato che si giocano due partite: non dovevamo andare avanti anche quando perdevamo 3-2, 4-2. All’Olimpico la Roma ha già mostrato col Barcellona che può succedere di tutto. Dovevamo capire questo, di non andare avanti. Abbiamo sbagliato e all’Olimpico abbiamo visto che era possibile vincere con lo United e andare in finale. Siamo una squadra giovane e dobbiamo apprendere.

Speriamo che tu rimanga…
Lo spero, vediamo (ride, ndr)

Top