Ifab, correzioni del regolamento: addio al criterio della volontarietà sul fallo di mano

Fallo di mano, sparisce il criterio della volontarietà. L’International football association board (Ifab), riunito ad Aberdeen (Gb) nel 133/o meeting annuale, è intervenuto per dettagliare le norme del gioco riguardanti una delle questioni che sollevano più polemiche. In particolare, fa sapere l’Ifab, non sarà più permesso che un tocco anche non intenzionale con la mano o col braccio consenta di segnare un gol o di creare un’occasione da gol. Il fallo sarà quindi automatico e potrebbe prevedere anche l’uso del cartellino da parte dell’arbitro in caso di condotta antisportiva.

In Scozia sono state approvate altre nuove disposizioni, una delle quali riguarda il divieto ai giocatori di stare in barriera in caso di punizione in favore della loro squadra. Inoltre, è cambiata la procedura sulla rimessa da parte dell’arbitro, che viene concessa in determinate situazioni quando la palla colpisce l’arbitro durante il gioco. Infine, il portiere sarà obbligato ad avere un solo piede sulla linea di porta al momento del calcio di rigore. Per ridurre i tempi morti durante la partita, L’Ifab ha deciso poi che i giocatori sostituiti dovranno a uscire dal terreno di gioco nel punto a loro più vicinosenza più attraversare il campo per raggiungere la loro panchina o il tunnel degli spogliatoi. L’arbitro, poi, potrà usare cartellini gialli e rossi nei confronti degli allenatori e degli altri componenti dello staff tecnico delle squadre.

Fonte: ANSA

Top