Leggo Kolarov costretto a fare gli straordinari

Kolarov

(F. Balzani) Aleksandar Kolarov stringe i denti. Per uno come lui non è impresa difficile, ma il serbo ieri ha svolto lavoro individuale programmato. Lo staff medico, infatti, lo sta gestendo visti una serie di affaticamenti causati dall’alto utilizzo del serbo.

Finora Kolarov ha giocato 1589’ sui 1710’ complessivi saltando solo la gara col Bologna. Tanto per un giocatore di 32 anni, risultato spesso e volentieri tra i migliori. Contro il Qarabag, Kolarov non potrà neanche contare sul cambio con Emerson appena recuperato, dato che il brasiliano non è stato inserito nella lista Champions della fase a gironi. Possibile un turno di riposo col Chievo. Sono pienamente recuperati Perotti e Nainggolan, che anche ieri si sono allenati in gruppo. In difesa è squalificato Peres e tornerà Fazio al fianco di Manolas (fresco di rinnovo), a centrocampo si rivede De Rossi con Strootman e Nainggolan. Dubbi in attacco anche se Di Francesco pare intenzionato a schierare il tridente formato da Perotti, Dzeko e El Shaarawy contando su Schick come primo cambio.

Top