La Repubblica Con il Sassuolo Schick dall’inizio. Difra: “Tre punti e più cattiveria”

Di Francesco

 (F. Ferrazza) «Sicuramente Schick giocherà dall’inizio, ma non vi dico come partirò». Eusebio Di Francesco svela la presenza di Patrik nel tridente che oggi pomeriggio affronterà il Sassuolo. O il quartetto, se, alla fine, deciderà di virare su un 4-2-4. «Potrei ribaltare le cose — ammette il tecnico — è tutto e il contrario di tutto ed è poi sempre il risultato a fare la differenza. Buttare gli equilibri e i meccanismi per due partite perse sarebbe un grandissimo errore. Se dovessi cambiare farei il 4- 2- 4, comunque, non il 4- 2- 3- 1, che non ho nella mia testa e non mi piace tantissimo».

Il tecnico giallorosso sembra avere le idee chiare e la cosa certa è che Schick e Dzeko partiranno insieme, a prescindere dal sistema di gioco scelto. Fondamentale l’intesa tra i due per il proseguo della stagione, che con la gara di oggi, arriva al giro di boa, ultima del girone di andata. «Abbiamo fatto ottime cose — continua Di Francesco — ma ci manca ancora qualcosa, cattiveria e mentalità, come ha avuto la Juve contro di noi nella prima ora di gara» . Oggi per Eusebio ci sarà un tuffo nel passato, contro quel Sassuolo che l’ha aiutato a mettersi in evidenza nel calcio italiano. « Ho ancora l’emozione per quello che ho vissuto lì. È un amore veramente grande, è stato un percorso bellissimo ». Nessuno spazio ai sentimentalismi, però, oggi la Roma vuole i tre punti.

Top