CORRIERE DELLA SERA La Curva Sud protesta e non incita: la nota stonata di una serata storica

Curva Sud
Curva Sud

(G. Piacentini) Una protesta civile, come l’ha definita due giorni fa Daniele De Rossi, ma pur sempre un segnale di forte dissenso nella gara più importante di questo inizio di stagione. Ieri sera una parte dei tifosi giallorossi – quelli dei gruppi organizzati della Sud – ha deciso di non entrare allo stadio per assistere alla partita con il Barcellona in segno di protesta nei confronti del prefetto Franco Gabrielli, che ha deciso la divisione della curva, ma anche per le multe arrivate per i cambi di posto durante la gara contro la Juventus. Anche i tifosi che sono entrati in curva sono rimasti in silenzio: per 90’ dal settore più caldo del tifo giallorosso, spoglio di striscioni e bandiere anche durante la coreografia organizzata dal resto dello stadio nel pre partita, non sono arrivati cori d’incitamento per la squadra. Quei pochi cori che ci sono stati erano insulti nei confronti del prefetto e delle forze dell’ordine.

Top