CORRIERE DELLO SPORT A Udine con un’idea in più

De Sanctis

(M.Evangelisti) – Non finisce mica il cielo se non ci sono Totti e Gervinho. Almeno non dovrebbe. Questo è il dubbio che comprensibilmente sta infastidendo il sonno dei tifosi della Roma: sarà in grado Rudi Garcia di adattare alle circostanze il suo meccanismo quasi perfetto, pressoché automatico e sinora efficace al di là di ogni previsione? (…)

Probabilmente rimanere senza metà dell’attacco preso nel suo insieme e senza due terzi di quello preferito dall’allenatore non rientrava nei piani.E’ ovvio però che questa Roma tanto brillante non si esaurisce nelle punte. Ruota intorno al centrocampo, invece, e comincia dalla difesa. Ecco, in questa difesa che prende un solo gol in otto partite, che è oggi come oggi la migliore d’Europa dopo essere stata bocciata prima ancora di cominciare, (…) ci sono due personaggi che a Udine hanno passato bei momenti.

Almeno uno dei due ne ha passati anche di sgradevoli, cioè il portiere De Sanctis, il quale se vuole lasciare una squadra non si mette a tergiversare e va dritto allo scopo. L’altro, Mehdi Benatia, si porta dietro invece il dolce ricordo di una serie positiva appena superata da quella che sta vivendo. Per la Roma loro sono come Totti e Gervinho di un universo parallelo, nati non per segnare ma per fermare.

Top