ROMA-PARMA Aleandro Rosi, romano emigrato in Emilia

Leandro Rosi

Quando l’incapacità di tenere i piedi per terra e l’umiltà fanno la differenza: è riassumibile così la carriera di Aleandro Rosi con la maglia della Roma. L’esterno romano, nato nella capitale nel maggio 1987 e cresciuto nelle giovanili giallorosse dopo aver giocato nei dirimpettai cittadini della Lazio fino a 10 anni, debutta in Seria A il 28 maggio 2005 (a 18 anni) nella partita Roma-Chievo 0-0. La magra rosa giallorossa costringe più volte l’allora tecnico giallorosso Spalletti a schierare il giovane Rosi, spendendo comunque per lui più volte parole di elogio, prospettandone un grande futuro. Il 24 settembre 2006 realizza il suo primo gol in Serie A nella partita Parma-Roma (0-4) disputata allo stadio Tardini. La sua prima esperienza triennale romana si conclude con 37 presenze e due reti in Serie A, 12 presenze in Coppa Italia e 7 presenze fra Champions League e Coppa UEFA.

L’esigenza di crescere, non solo tecnicamente, ma anche a livello caratteriale, spingono la Roma a cederlo in prestito. In tre anni gioca prima con il Chievo in Serie A, dove colleziona solo 16 presenze, poi con il Livorno in B e infine con il Siena in A dove lo stesso club toscano ne acquista metà cartellino per 1,2 milioni di euro e con il quale Rosi disputa un ottimo campionato mettendo insieme 30 presenze ed 1 gol. A fine stagione viene rinnovata la comproprietà tra la Roma e il Siena con il calciatore che torna nella Capitale. Nel campionato 2010-2011 gioca 16 partite segnando una rete, esattamente il 2-3 finale nella sfida contro il Bari del primo maggio. Il 24 giugno 2011 viene riscattata la seconda metà del cartellino per 0,7 milioni. Nella stagione successiva si ritrova quasi a sorpresa spesso titolare nella Roma di Luis Enrique. L’arrivo di Zeman fa ben sperare i sostenitori del ragazzo, i quali sperano che i duri allenamenti del mister boemo possano sbloccare il ragazzo: purtroppo non sarà così e dopo qualche settimana di tentativi di cessione, il 7 agosto rescinde il contratto con la Roma per legarsi ai ducali in maniera quinquennale.

Giovanni Parisi

Top