SAMPDORIA-ROMA I precedenti

Sampdoria-Roma

Sono passati più di 1700 giorni (1743, per essere precisi) dall’ultima vittoria della Roma al Ferraris contro la Sampdoria. Era il 4 maggio 2008, l’allora squadra di Spalletti lottava per lo scudetto con l’Inter punto su punto. Un successo avrebbe messo ancor più pressione ai nerazzurri, che nella stessa domenica avrebbero affrontato il Milan nel derby. I giallorossi, dopo un primo tempo senza reti, realizzarono 3 gol nella ripresa: prima Panucci, poi Pizarro, infine Cicinho misero il timbro su un’affermazione importantissima. L’Inter, intanto, venne sconfitta 2-1 nel derby e, a due giornate dalla fine, tornò tutto in gioco. Al termine del campionato, però, tanti sforzi profusi si rivelarono vani, l’Inter vinse l’ultima gara al Tardini con il Parma e riuscì così a cucirsi sulle maglie il terzo tricolore consecutivo. Ancor più importante la partita della stagione precedente, 2006-2007: la Roma si impose 4-2, dominando i blucerchiati, ma, soprattutto, passò alla storia uno straordinario gol di Totti, al volo di sinistro da una posizione impossibile. Una giocata di classe pura, applaudita da tutto lo stadio avversario e che lasciò di sasso il giovane Virga in panchina, quasi incredulo davanti a cotanta bellezza. Il Capitano realizzò anche l’1-0, di Perrotta e Panucci le altre due marcature. Al termine dei novanta minuti, il numero 10 dedicò la doppietta ad alcuni dirigenti che, nei giorni precedenti, avevano speso parole di critica nei suoi confronti: «I gol sono per Platini e Matarrese, così non parlano più a sproposito». Significativo anche il match del 2005-2006: una Roma in emergenza senza attaccanti, con il solo Totti davanti, regalò a Spalletti un’intuizione geniale, quella del 4-2-3-1, il sistema di gioco che fece le fortune della Roma in quegli anni. Finì 1-1 (Totti, Flachi), ma quel giorno rappresentò l’alba di un nuovo percorso. Le 11 vittorie consecutive e tutto il resto. Scorrendo all’indietro le pagine dell’almanacco, si arriva al 17 ottobre ’93. Al Marassi l’atmosfera non era delle migliori, data la scomparsa di pochi giorni prima del patron della Samp, Paolo Mantovani. Un lutto che colpì tutti, pure i tifosi romanisti accorsi in trasferta per seguire il match. Sul campo il risultato sorrise alla Roma: 1-0, gol di Balbo. E per il tecnico Mazzone fu la prima soddisfazione fuori casa del suo corso. I numeri complessivi recitano: 54 precedenti, 26 vittorie della Sampdoria, 20 pareggi, 8 vittorie della Roma. Dal 1946 – anno di fondazione della Samp – per la Roma si verificò una lunga serie negativa di sconfitte e pareggi: 16 incontri senza mai vincere. Un tabù vero e proprio, sfatato da Sormani nel 1964 che, con due gol, diede alla Roma il primo successo in assoluto su quel terreno di gioco. La sfida più recente risale al 2010-2011, 2-1 per la Sampdoria (Pozzi, Guberti, Vucinic).

ULTIMO PRECEDENTE

9 GENNAIO 2011

SAMPDORIA-ROMA 2-1

SAMPDORIA: Curci, Zauri, Gastaldello, Lucchini, Ziegler; Koman, Palombo, Poli (37’ st Mannini), Guberti, Marilungo (18’ st Pazzini), Pozzi (32’ st Macheda)

ROMA: Julio Sergio, Cassetti, Mexes (1’ st Juan), Burdisso, Riise, Greco (45 + 1’ st Totti), Brighi, Perrotta, Menez (12’ st Doni), Borriello, Vucinic

ARBITRO: Rocchi.

MARCATORI: 17’ pt Vucinic, 13’ st rig Pozzi, 38’ st Guberti

Fonte: asroma.it

Top