MERCATO ROMA Il Barça a caccia dei gioielli della Roma

Pjanic
Con l’apertura del mercato invernale sono tornate di attualità le voci che vorrebbero il Barcellona interessato ai giovani talenti della Roma. Secondo le ultime indiscrezioni, Zubizarreta e lo staff tecnico blaugrana avrebbero individuato in Miralem Pjanic e nel difensore brasiliano Marquinhos i possibili rinforzi per la prossima stagione. Ad entrambi i giocatori viene attribuito un profilo Barça, quello che sulle coste catalane viene conosciuto come il DNA blaugrana.

Lo shopping dalle parti di Trigoria non è ancora cominciato, sebbene in molti siano pronti a giurare che mercoledì scorso a Firenze per la gara di coppa Italia ci fossero degli osservatori del Barça a visionare i due giocatori. Lo stesso Pjanic in una recente intervista (in parte poi corretta) ha confermato l’interesse del club catalano. Proprio il centrocampista bosniaco è un vecchio pallino del Barça sin dai tempi in cui Pep Guardiola sedeva sulla panchina blaugrana. Il suo gol con la maglia del Lione al Real Madrid che valse l’eliminazione delle merengues dalla Champions League 2009-2010 non passò inosservato. Se non fosse arrivato due anni Fàbregas Pjanic avrebbe rappresentato un’alternativa valida ed economica per il centrocampo. Anche perchè le sue caratteristiche tecnico-tattiche si sposano alla perfezione con il modo di giocare del Barcellona. Centrocampista moderno, eclettico e polivalente, Pjanic può giocare interno o come attaccante esterno su entrambe le fasce, visto che è ambidestro. Pagato dalla Roma 11 milioni di euro nel luglio 2011, la sua attuale valutazione è intorno ai 17 milioni. Quest’estate nella capitale era circolata la leggenda metropolitana di un’offerta da 25 milioni del Barça: roba da fantacalcio!

Un discorso analogo può essere fatto per l’altro gioiello giallorosso, il difensore Marquinhos. Nonostante i 18 anni di età, il brasiliano si è guadagnato il posto da titolare a spese di Burdisso. Marcos gioca con la personalità di un veterano e comanda la difesa con sicurezza e autorità. È rapido e veloce, bravo nell’anticipo e nel mettere in fuorigioco gli avversari, ma soprattutto è abile nel far ripartire l’azione e nell’impostare il gioco. L’unico inconveniente è rappresentato dal prezzo. Difficile che dopo le folli spese per Caceres e Chygrynskiy il Barcellona decida, in un periodo di crisi, d’investire 20 milioni di euro per un difensore. Negli ultimi anni gli acquisti multimilionari sono stati tutti in altri settori del campo, mentre per il centro della difesa si è cercato di attingere dalla Masia. Anche perchè dopo il rinnovo di Puyol Marquinhos rappresenterebbe pur sempre la quarta scelta.

A Roma però c’è chi è pronto a scommettere che dietro il presunto interessamento del Barça ci sia il procuratore del brasiliano che vorrebbe in questo modo arrivare ad un miglioramento dell’ingaggio del suo assistito. Nel mercato vale questo e molto altro ancora!

Fonte: ilcatenaccio.es

Top