PREMIER LEAGUE Il City vola in testa, cadono Chelsea e United. All’Arsenal il derby con il Tottenham(VIDEO)

Premier League

Un dodicesimo turno all’insegna delle sorprese quello offerto dalla Premier League, contraddistinto da illustri cadute e roboanti successi, a suon di reti. Il Manchester City di Roberto Mancini, complice la sconfitta dei cugini dello United a Norwich, sale in vetta alla classifica, forte del successo per 5-0 sull’Aston Villa. Perde il Chelsea,  2-1 nel confronto con il West Bromwich Albion, squadra rivelazione di questa prima parte di stagione, attualmente in quarta posizione, mentre l’Arsenal si aggiudica uno dei derby più sentiti di Londra con un pirotecnico 5-2 che fa di questa gara senza dubbio la più bella della dodicesima giornata.

CITY IN VETTA – Tra le mura amiche dell’Etihad Stadium il Manchester City non fatica a sgretolare le resistenze di un Aston Villa, in un momento delicato, ancora frastornato dalla rimonta patita sette giorni fa in casa contro lo United; una buona gara che non ha però portato punti in cascina ai Villans. I padroni di casa si impongono con un netto 5-0 frutto delle marcature di David Silva, Aguero e Tevez. Per gli ultimi due una prestazione da incorniciare, doppietta per entrambi, con un rigore trasformato a testa. La squadra di Roberto Mancini nonostante un gioco non particolarmente brillante, ha infilato una continuità di risultati importante che ha consentito ai Citizens di ascendere in testa alla classifica, attraverso 8 vittorie e 4 pareggi. Ancora imbattuti gli Skyblues i quali nella dimensione nazionale riescono a prevalere nonostante una manovra a tratti lenta e disordinata, facendo leva sull’immenso talento dei singoli a disposizione, sempre determinanti, anche quando subentrano dalla panchina come accaduto con Edin Dzeko, un centravanti che giocherebbe titolare in qualsiasi altra formazione, fin ora decisivo ogni qual volta sia stato chiamato in causa. Questo primato è anche frutto dei suoi gol allo scadere.

CHELSEA E UNITED KO – La clamorosa sconfitta di Carrow Road costa caro al Manchester United che perde la prima posizione a vantaggio degli odiati cugini del City. Gli uomini di Sir Alex Ferguson avevano già palesato uno stato di forma non propriamente eccelso, mascherato dalle prodezze del Chicharito Hernandez, uomo della provvidenza una settimana fa al Villa Park il quale non è riuscito a ripetersi al cospetto del Norwich, squadra ostica tra le mura amiche, in cerca di punti salvezza, ottenuti meritatamente con il successo per 1-0, firmato da Pilkington, di testa su cross dell’ex laziale Garrido. Non serve a nulla il forcing finale del Manchester, fatto di palloni disordinatamente messi in area, nella speranza di trovare la deviazione vincente che però non arriva anche grazie ad uno strepitoso Ruddy, l’estremo difensore del Norwich disinnesca in due occasioni con parate decisiva le ultime velleità dei Red Devils, usciti sconfitto proprio come l’Arsenal. Non vanno meglio le cose al Chelsea distratto dal fondamentale impegno in Champions League contro la Juventus. Gli uomini di Di Matteo cadono nell’insidiosa trasferta in West Midlands, sul campo del West Bromwich rivelazione di stagione, che allunga la propria striscia positiva conseguendo la terza vittoria consecutiva, per 2-1. I Baggies esprimono un ottimo calcio e riescono ad andare in vantaggio con Shane Long, assoluto protagonista con una rete ed un assist. I blues rispondono con il gioiello belga Hazard, autore del gol del pari momentaneo su assist di Azpilicueta, prima che al 50’ Odemwingie ispirato da Long piazzi il colpo da tre punti. Per il Chelsea prosegue il periodo di inedia dalla vittoria, giunto ormai a 4 turni consecutivi, sono infatti soltanto 2 i punti raccolti nell’ultimo mese che sono costati il primato in classifica ai londinesi, ora terzi a meno 4 dal City.  I Baggies agganciano la quarta posizione, in solitaria, approfittando della sconfitta per 2-1 dell’Everton, priva di 4 titolari, contro il Reading. Al Madejski Stadium va in scena una partita strana, che vede un predominio dell’Everton – in vantaggio già al decimo minuto con Naismith servito da Fellaini – sconfessato dalla rimonta dei padroni di casa, autori di 4 tiri nello specchio in tutta la partita, in rete due volte con Le Fondre, la seconda delle quali su calcio di rigore. A Nulla servono gli undici tiri in porta degli uomini di Moyes, in quello che è stato un vero e proprio assedio che però non ha salvato i Toffees dalla sconfitta, concedendo il primo successo in campionato al Reading ora terz’ultimo in classifica a pari punti con l’Aston Villa e con una partita da recuperare.

L’ARSENAL SI IMPONE NEL DERBY – Nell’incontro più spettacolare di giornata, i Gunners la spuntano sugli acerrimi rivali del Tottenham con un pirotecnico 5-2. Sull’incontro pesa senza ombra di dubbio l’espulsione di Adebayor al 18’ che dopo aver portato in vantaggio i suoi compie un entrataccia a metà campo che costa agli Spurs un’inferiorità numerica pagata a caro prezzo. L’Arsenal infatti, forte di un uomo in più, inizia a far circolare palla fornendo maggior ampiezza alla manovra trovando poco dopo il pari con un colpo di testa di Mertesacker su cross di Walcott. In finale di tempo i padroni di casa passano in vantaggio in modo rocambolesco con Podolski al 41’ per poi calare il tris nel recupero della prima frazione con Olivier Giroud che capitalizza al meglio una discesa in slalom dell’ottimo Santi Cazorla. Nella ripresa non cambia il canovaccio, con l’Arsenal ancora a sciorinare gioco, producendo la quarta rete firmata da Cazorla su assist di Podolski ed un Totteham in balia degli avversari che trova il gol soltanto grazie ad un tiro dalla distanza di Bale su una delle sporadiche ripartenze. Nel recupero è Theo Walcott a trafiggere per la quinta volta Lloris ponendo l’accento sulla sua egregia prestazione. Una doppietta di Suarez trascina il Liverpool fuori dalla zona calda della classifica. Ennesima performance di spessore dell’uruguagio, nuovo capocannoniere della Premier League con 10 reti senza l’ausilio di alcun rigore, che vale il quinto risultato utile per gli uomini di Brendan Rodgers. I Reds si impongono ad Anfield per 3-0 nello scontro salvezza con il Wigan,  andando in gol due volte con Suarez  mentre la terza rete porta la griffe di Josè Enrique, autore anche di un assist. Swansea corsaro a Newcastle, 2-1 ai danni dei Magpies maturato in seguito alle segnature di Michu e Jonathan De Guzman, serve solo per limitare il passivo il gol di Demba Ba nel recupero. Il Southampton si aggiudica per 3-1 la sfida salvezza sul campo del Qpr, ultimo in classifica ancora alla ricerca della prima vitoria stagionale. Stesso risultato tra a Craven Cottage con il Sunderland che espugna il terreno del Fulham.

IL TOP – Il West Bromwich Albion rivelazione di inizio stagione. La Squadra di Steven Clarke sta deliziando il palato dei suoi supporters, e non solo, con un tipo di calcio bello da vedere e anche redditizio. I tre punti conseguiti contro il Chelsea tra le mura amiche del The Hawthorns valgono per il momento la quarta piazza solitaria.

IL FLOP – L’Aston Villa rischia seriamente di precipitare in Championship. Il tecnico Paul Lambert sta provando a sfruttare al meglio i tanti giovani delle rosa, ma forse farebbe bene a recuperare al più presto il bomber Darren Bent. La disfatta dell’Etihad Stadium pesa non poco sul morale di una squadra afflitta già da una classifica problematica. I Villans dispongono comunque di quelle qualità necessarie ad invertire la rotta o quanto meno atte a lottare fino alla fine con le dirette rivali per la permanenza in Premier League.

RISULATI 12^GIORNATA:

ARSENAL-TOTTENHAM 5-2 [10′ Adebayor (T), 24′ Mertesacker (A), 42′ Podolski (A), 45′ Giroud (A), 60′ Cazorla (A), 71′ Bale (T), 90′ Walcott (A)]

LIVERPOOL-WIGAN 3-0 [48′ Suarez, 58′ Suarez, 66′ J.Enrique(L)]

MANCHESTER CITY-ASTON VILLA 5-0 [43′ Silva, 54′ rig. Aguero, 65′ rig. Tevez, 67′ Aguero, 74′ Tevez]

NEWCASTLE-SWANSEA 1-2 [58′ Michu (S), 87′ De Guzman (S), 90′ Ba (N)]

QPR-SOUTHAMPTON 1-3 [24′ Lambert (S), 45′ Puncheon (S), 49′ Hoilett (Q), 83′ aut. Ferinand (Q)]

READING-EVERTON 2-1 [10′ Naismith (E), 51′ Fondre (R), 78′ rig. Fondre]

WEST BROMWICH-CHELSEA 2-1 [10′ Long (W), 39′ Hazard (C), 51′ Odemwingie (W)]

NORWICH-MANCHESTER UNITED 1-0 [60′ Pilkington]

FULHAM-SUNDERLAND 1-3 [50′ Fletcher (S), 62′ Petric (F), 65′ Cuellar (S), 70′ Sessegnon (S)]

WEST HAM-STOKE CITY 1-1 [13′ Walters (S), 48′ O’Brien (W)]

CLASSIFICA: Manchester City 28, Manchester United 27, Chelsea 24, WBA 23, Everton 20, Arsenal 19, West Ham 18, Tottenham 17, Fulham 16, Swansea 16, Liverpool 15, Newcastle 14, Norwich 14, Stoke 12, Sunderland 12, Wigan 11, Aston Villa 9, Reading 9, Southampton 8, QPR 4.

Il video di Arsenal-Tottenham 5-2

A cura di Danilo Sancamillo

 

 

Top