AS ROMA. Currò: “Borini dovrà lottare molto per rientrare nei ventitre che andranno all’Europeo”

Fabio Borini

A Radio Sport 24 è intervenuto l’inviato de “La Repubblica” per la nazionale, Enrico Currò. Ecco le sue dichiarazioni: “Il clima all’interno del gruppo è sereno anche se restano aperti i casi che ci hanno accompagnato a questa amichevole e fanno comprendere che qualcosa sta per cambiare intorno alla Nazionale, che non sembra godere più di quella atmosfera idilliaca che si respirava inizialmente“. A tal proposito sono chiare anche le dichiarazioni del ct: “Prandelli ha affermato che si apre una nuova fase, quindi si darà maggiore attenzione ai risultatiinvece che all’immagine verso l’esterno della squadra“.  Prandelli che trova però resistenze dalle società: “Il ct ha chiesto alla Federazione la possibilità di fare degli stage differenziati per ruolo, proprio per scegliere al meglio i 23 convocati per l’Europeo: gli stage dovrebbero tenersi il lunedì per un massimo di 15 convocati per volta, ma dai club non è arrivata ancora la disponibilità in tal senso“.  Sul caso Buffon: “La richiesta di togliergli la fascia da capitano è assurda ed è l’emblema di quanto realmente interessi la Nazionale agli italiani“. Questa sera ci sarà il debutto di Borini: “Soprattutto in questo reparto Prandelli ha gravi problemi da dover risolvere con Pepito Rossi e Cassano fuori causa, Di Natale con problemi fisici, Gilardino e Pazzini che non trovano la via del gol. La scelta di Borini dà un’alternativa in più, ma dovrà lottare molto per rientrare nei 23. In ogni caso il vero leader in attacco è Mario Balotelli, sul quale Prandelli punta molto anche se chiede di migliorare il suo aspetto caratteriale“.

 

Fonte: RadioSport24

Top