LA REPUBBLICA Zeman accusa il direttore di gara “Così si decidono i campionati”

Zeman in conferenza

(F. Ferrazza) – Ferita e furiosa, la Roma non si dà pace per la sconfitta con l’Udinese. Un 2-3 che stordisce i tifosi e mette sotto accusa le solite e ripetute botte d’amnesia, oltre che la direzione arbitrale. A puntare l’indice contro l’arbitro Massa ci pensa Zeman. «Il rigore non c’era, l’ho rivisto e penso non ci sia stato il fallo di Castan. È stata una giornata sfortunata in questo senso, in gran parte i direttori di gara decidono i campionati. Abbiamo perso due gare in casa, con Bologna e oggi, per cose strane». L’accusa è forte e riguarda anche un altro episodio. «Armero ha sputato in faccia a Tachtsidis, con il quarto uomo a mezzo metro che non ha detto niente. Poi c’era una spinta su Osvaldo prima del gol di Domizzi che ci ha innervosito. Per me queste cose sono decisive».

Ma i problemi della Roma sono soprattutto altri. «Dobbiamo crescere ancora tanto — la critica del boemo — se guardassi solo la prima mezzora non sarei preoccupato, ma ci manca la concentrazione per 90minuti. L’Udinese fa il contropiede da diversi anni e dovevamo avere un atteggiamento diverso, imparando a gestire. Tachtsidis? Per me è stato il migliore in campo». Una provocazione, più che un giudizio, sembrerebbe il commento sul greco, espulso e quindi assente mercoledì, quando la Roma andrà a Parma per il turno infrasettimanale.

.
Molto deluso Baldini. «Gli episodi ci hanno penalizzato, ma parlare degli arbitri è controproducente se li vogliamo sereni, non abbiamo perso per questo. Sull’arbitro e sulla fortuna non possiamo lavorare, anche se sul rigore la penso come Zeman».
 .
Avrebbe preferito festeggiare in maniera diversa la sua doppietta, Lamela, arrivato a cinque gol in campionato. «Inutile parlare delle mie reti, abbiamo perso e quindi non contano. Questa sconfitta ci deve servire come esperienza. Ci manca di chiudere le partite, la colpa è di tutti, dobbiamo aiutare tutti quanti in difesa. Ora speriamo di vincere a Parma».
Top