Roma-Parma, FONSECA: «Il mio futuro? Non ci penso, è più importante la Roma. Nella mia squadra sono tutti titolari, soddisfatti dell’arrivo di Pinto»

Fonseca

Queste le dichiarazioni di Paulo Fonseca, allenatore della Roma, rilasciate alla stampa al termine del match con il Parma:

FONSECA A SKY SPORT

Una Roma che ha dominato e dato spettacolo: 8 in pagella
Si, abbiamo fatto un’ottima partita soprattutto nel primo tempo, abbiamo fatto 3 gol e potevamo farne di più, i ragazzi hanno fatto una partita con grandi momenti. Nel secondo tempo abbiamo gestito ma abbiamo anche creato occasioni per aumentare il risultato.

Classifica di alto profilo e tanti giocatori rivalutati. Alla fine di questo ragionamento sul suo lavoro, sta facendo ragionamenti sul suo futuro? Percepisce qualcosa.
Non dipende da me, ma non mi preoccupa questa questione. Mi concentro solo sul lavoro e sulle partite. Sono soddisfatto perché la squadra sta giocando bene e sta vincendo, è più importante la Roma e fare partite come quella di oggi

Si aspettava questo Mkhitaryan?
Si, come ho detto sempre è un giocatore molto intelligente, un grande professionista che può giocare in diverse posizioni, è un esempio e non mi sorprende quello che sta facendo

Si aspettava delle risposte così da un gruppo senza il suo leader: Edin Dzeko

La squadra e i giocatori hanno fiducia, è vero che Dzeko è molto importante per noi come Chris (Smalling, ndr) o Pellegrini, ma la cosa più importante è che abbiamo cambiato giocatori ma non la nostra identità. Oggi con altri giocatori abbiamo fatto davvero una buona partita

Borja Mayoral forse deve entrare più nel vivo del gioco.
Ha fatto una bella partita con la squadra bassa ha lavorato molto e ha fatto scelte giuste, ha fatto un gol con un bel movimento, sta crescendo e ha più fiducia

FONSECA IN CONFERENZA STAMPA

Le seconde linee le hanno dato la risposta che voleva?
Per me è molto importante sentire che tutti i giocatori sono pronti per giocare. Con tanti problemi che abbiamo avuto era importante che questi calciatori facessero questo tipo di partita.

La partita di Villar?
Ha fatto una buona partita. E’ un centrocampista che ha coraggio nell’uscire dalla pressione. Deve migliorare difensivamente, ma sta crescendo.

Con il punto di Verona la Roma sarebbe prima, è un caso che la squadra si trovi li?
Quello che è importante è che sono soddisfatto della prestazione della squadra. Dobbiamo pensare a far crescere la squadra. Pensiamo solo alla prossima partita e non alla classifica. Ora è importante riflettere sul nostro lavoro.

Cosa pensa della Serie A?
Tutti noi in Europa sappiamo che la Serie A è molto difficile e lo sto provando. Dal punto di vista tattico è un campionato esigente. Tutti gli allenatori sono ben preparati e le squadre sono tutte forti. Mi aspettavo fosse così, anche se giochiamo con l’ultima è sempre complicato.

Rispetto a un anno fa il tasso tecnico della Roma è migliorato?
Sì, qui sono tutti titolari. Per me quello che è importante è confermare l’identità della squadra. Se succede sono soddisfatto.

Cosa si dice in Portogallo di Tiago Pinto?
Tutti noi portoghesi conosciamo il lavoro di Tiago. Tutti sanno che è un grande professionista e ha fatto un grande lavoro al Benfica. Siamo soddisfatti di averlo.

Top