Serie A, cambia la norma: niente quarantena di squadra in caso di positività

Mentre il calcio italiano si appresta a ripartire, sono in arrivo novità per quanto riguarda il discorso legato alla quarantena obbligatoria di 14 giorni in caso di positività, vero nodo della ripartenza. Il Comitato tecnico scientifico, infatti, ha deciso di rivedere la norma: non sarà più necessario che l’intera squadra vada in quarantena per due settimane se ci saranno positivi tra giocatori o staff. Così facendo, dunque, il futuro del campionato non sembra a rischio. Si è deciso quindi di prendere come esempio la Bundesliga: si fermeranno soltanto gli atleti che avranno contratto il virus, con i compagni di squadra che si sottoporranno immediatamente a tampone.

VAI ALL’ARTICOLO ORIGINALE

Fonte: Repubblica.it

Top