Le pagelle di Fiorentina-Roma: disastro totale, giallorossi imbarazzanti. Di Fra al capolinea

Zaniolo

(K.Karimi – A.Papi) – Le pagelle ed i voti del match di Coppa Italia stravinto dalla Fiorentina contro la Roma:

-FIORENTINA-

Lafont 6.5; Milenkovic 7.5, Pezzella 7, Vitor Hugo 6 (Laurini 6.5), Biraghi 8; Benassi 7.5, Veretout 7, Fernandes 6.5; Chiesa 9 (Gerson s.v.), Muriel 7 (Simeone 6.5), Mirallas 6. All: Pioli 8

_______________________________________________________________________________

-ROMA-

Olsen 4.5 – Molti dei gol presi stasera non lo vedono colpevole, ma c’è la nitida sensazione che sia messo tra i pali per caso.

Florenzi 4 – Il solito problema atavico del suo ruolo: non è un terzino e lo si nota quando Biraghi ne mette in luce le ambasce difensive.

Manolas 3 – Se separazione dev’essere, che arrivi al più presto. Un calciatore che insulta i propri tifosi e poi si presenta in campo in un modo così imbarazzante deve essere messo in riga, non ci sono scuse.

Fazio 4 – Paradossalmente tra i meno peggio della squadra, almeno in marcatura. Poi crolla come un statua di sale sotto l’acquazzone.

Kolarov 4.5 – Il gol segnato, bello e inutile, non inganni. Il serbo non sa più difendere, quando viene puntato è una sciagura. Tra fuorigioco sbagliato sulla seconda rete di Chiesa e la passività in area in almeno altre 3 occasioni. Più che rispondere ai tifosi servirebbe dare delle risposte in campo.

Cristante 4 – Parte degnamente, con un palo colpito di testa all’avvio. Poi sbaglia una quantità di palloni infiniti. Più che una diga in mezzo al campo sembra una valle di lacrime.

Nzonzi 4.5 – Esce dopo 45′ per scelta tecnica, al termine di un primo tempo lento e nullo. (dal 46′ Pellegrini 5 – Prova a cucire gioco tra le linee, senza riuscire ad essere incisivo).

Zaniolo 5.5 – Anche nel marasma più totale resta l’unico a suonare la carica. Non sufficiente come gli altri, ma quanto meno regala un paio di lampi nel buio. Il fatto che sia un 19enne a tirare la carretta della Roma è segnale brutale.

Pastore 3 – Semplicemente non è più un calciatore professionista. (dal 46′ Dzeko 3 – Dovrebbe fare il leader e suonare la carica. Invece si innervosisce come un ragazzino e si fa cacciare).

El Shaarawy 4 – Francamente non si vede mai. Uno con i suoi mezzi non può prendersi pause così lunghe. (dal 77′ De Rossi s.v. – Finalmente di nuovo in campo)

Schick 4.5 – Mai servito da centravanti e mai in partita da esterno. Solo di contorno.

all. Di Francesco – Una figura del genere che si va ad aggiungere ad una prima metà di stagione imbarazzante. 7 goal dalla Fiorentina sono peggio delle batoste europee della storia recente giallorossa perché comunque arrivate contro squadre di spessore superiore. Questo può e deve essere il capolinea di un percorso onestamente mai decollato. Almeno quest’anno.

Top