Acquisti low cost per Monchi, che confessa: “Ho sbagliato”

(F. FERRAZZA) – Da Dubai alle Maldive, dalla Turchia all’Argentina: si godono la loro settimana di vacanza, i giocatori della Roma, mentre i tifosi sognano che questo gennaio possa regalare qualche nuovo giocatore. Il 2018 è terminato con due vittorie salva-panchina, contro Sassuolo e Parma, capaci di ridare forza a DiFrancesco e restituire alla gente la speranza di vedere nel nuovo anno una squadra meno umorale e più vincente. “I tifosi della Roma hanno ragione, più degli altri, perché quando uno tifa una squadra come quella giallorossa, bisogna vincere qualcosa”. Parole e musica di Monchi, bersaglio mobile della critica di questo periodo, consapevole che il malcontento nei suoi confronti abbia un fondamento. “Tutti si aspettano che prenda 4-5 giocatori – ammette il ds spagnolo a Sky – invece per me il mercato di gennaio non cambia tanto una squadra, è per sistemare piccole cose. Se bisognasse fare 4-5 acquisti, vorrebbe dire che qualcosa si è sbagliato in estate. Siamo in 16 a lavorare sui giocatori da prendere, le mie idee devono combaciare con quelle dell’allenatore e viceversa”.

Quindi nessuna finestra di riparazione stravolgente, solamente la sostituzione di giocatori che partiranno. Vedi Coric, Marcano e Karsdorp. Verranno presi un centrocampista e un difensore. “Penso che i bilanci si facciano a fine stagione, ma è vero, qualcosa ho sbagliato”, ammette con onestà Monchi. Paraticamente un budget pari a zero per il mercato di gennaio, e la necessità di muoversi tra prestiti con diritto di riscatto. Con i tifosi vigili per la paura che si possa pensare di cedere un big come accaduto proprio un anno fa quando si è provato a vendere Dzeko al Chelsea. Gli obiettivi tra i quali ci si muove? Per il centrocampista i nomi possibili sono quelli di Julian Weigl (Borussia Dortmund), Diadie Samassekou (Salisburgo) e il belga Leander Dendoncker (Wolverhampton).

In attesa di qualche new entry, continua a lavorare in questi giorni di vacanza, De Rossi, rimasto nella capitale per curarsi. Il capitano giallorosso vuole tornare a stare bene prima di decidere, insieme a Monchi, di rinnovare il contratto che gli scadrá il prossimo giugno.

Fonte: La Repubblica

Top