Roma, Florenzi: “Delusi dell’eliminazione dalla Coppa Italia. Ora testa alla Juve. Rinnovo? Penso solo al campo…”

Florenzi

Alessandro Florenzi, esterno della Roma, ha rilasciato un’intervista a due giorni dal big match di campionato contro la Juventus, in programma sabato alle 20.45. Queste le sue parole:

Un passo indietro all’eliminazione dalla Coppa Italia, quanto brucia?

“Sicuramente tanto, siamo delusi ma nessun dramma. La Coppa Italia era un nostro obiettivo, ora testa alla Juve”.

Che valore ha?

“E’ una partita importante per la crescita della Roma, vale sempre 3 punti ma è una partita che dirà a che punto siamo”.

Avete la miglior difesa e state per affrontare il miglior attacco, vi siete un po’ juventinizzati in questo?

“Passa tutto dal lavoro. Troveremo con grande facilità il gol nelle prossime occasioni perché stiamo lavorando tanto sotto tutti i punti di vista. Il lavoro relativo alla fase difensiva sta dando i suoi frutti ma miglioreremo anche sotto l’aspetto offensivo”.

La fase difensiva è collettiva?

“Parte sicuramente dai tre davanti. Con il loro pressing lì davanti aiutano anche noi”.

Pjanic ha detto che a volte a Roma manca qualcosa negli scontri diretti, sta cambiando qualcosa alla luce della qualificazioni da primi nel girone di Champions?

“Il primo posto dà una risposta ma dobbiamo darla anche in campionato e non solo contro la Juventus. Abbiamo una buona squadra per fare un buon campionato”.

Quale giocatore toglieresti alla Juventus?

“Sicuramente Dybala che è per me un grande campione”

Come spieghi il tabù dell’Allianz Stadium?

“Partiamo dal presupposto che loro sono una grande squadra e sono i Campioni d’Italia, noi cercheremo di invertire questa tendenza e fare dei punti anche a Torino”.

Monchi ha parlato del tuo rinnovo, c’è la volontà comune?

“Di queste cose se ne occupa il mio procuratore. Io penso solo al campo. Sì, il mio agente è candidato come migliore dell’anno e per me lo è davvero, mi segue da sempre”.

Lo scudetto passa dalla sfida di Torino di sabato sera?

“Secondo me no, è una partita importante, ripeto, ma da lì non uscirà la vincitrice dello scudetto”.

Fonte: Sky Sport

Top