IL MESSAGGERO Quarantamila biancocelesti all’Olimpico un miliardo di spettatori davanti alla tv

(D. Magliocchetti) Il derby s’avvicina e l’ansia tra i tifosi cresce. C’è da dire che mai come questa volta il tifoso della Lazio sta acquistando i biglietti ad un ritmo sostenuto. Una inversione di tendenza rispetto alle ultime due stagioni, dove le presenze biancocelesti erano ridotte all’osso. A poche ora dalla sfida, sarebbero quasi quaranta mila i tagliandi venduti da parte laziale. Un dato importante che fa capire anche l’entusiasmo che sta crescendo attorno alla squadra di Inzaghi. Naturalmente sono attese le coreografie da entrambe le parti, anche se ogni cosa è tenuta nascosta. La curiosità sulla scenografia verrà appagata solo a pochi minuti dall’inizio della partita, come al solito. Anche se in Sud dovrebbe continuare lo sciopero.

L’INDAGINE A fare rumore è stata l’indagine aperta dalla Digos sul particolare incitamento da parte dei tifosi della Lazio durante l’incontro con la squadra giovedì scorso a Formello. Su alcuni video circolati su internet un gruppo di ragazzi esortava i giocatori a dare il massimo contro la Roma perché per loro quella partita rappresenta una guerra etnica. Un modo orribile di esprimersi in riferimento ad una partita di calcio, anche se dietro non ci sarebbe alcun disegno pericoloso. La Digos ha comunque aperto un’indagine e sta pensando se applicare o meno il Daspo a quei tifosi. Di sicuro sul campo e sugli spalti, nonostante tutto, verrà garantito lo spettacolo, visto in gran parte del mondo. I paesi collegati saranno diversi dagli States, al Canada fino a tutta l’America Centrale e tutta l’ Europa. Diritti tv acquistati dalla Cina, in India e in Giappone. La possibilità è che il derby venga visto da un miliardo di persone.

Top