Astra Giurgiu, Sumudica: “La seconda squadra della Roma è più forte di tante squadre rumene”. Lovin: “Possiamo vincere”

Alla vigilia di Astra Giurgiu-Roma sono intervenuti in conferenza stampa Sumudica e Lovin, rispettivamente allenatore e centrocampista dei rumeni. Queste le loro parole:

SUMUDICA

“Nonostante alla Roma manchino molti giocatori rimangono loro i favoriti. La seconda squadra della Roma se così si può chiamare è più forte o è allo stesso livello di molte squadre del campionato rumeno“.

Totti è l’imperatore di Roma. Chi può essere quello dell’Astra?
“Non mi metto qui a paragonare, l’importante domani è avere 11 gladiatori in campo più altri 3. Io mi aspetto da loro una grande partita perché dobbiamo prendere punti in casa visto che fino ad ora li abbiamo presi in trasferta e dobbiamo dimostrare che non è un caso che siamo arrivati fino a qui con l’opportunitá molto grande di passare il turno”.

Questa è la partita più importante della sua carriera?
“È molto importante ma per me più importante è stata quella di Londra (contro il West Ham, ndr). Io non credevo, come tutti del resto, di poter passare poi ho cominciato a crederci quando il West Ham è venuto a Giurgiu con la seconda squadra. L’arbitro in quel match è stato bravissimo. Quella di Londra resta la partita più importante per l’intensità di quel momento”.

LOVIN

“Per noi è una grande opportunità di dimostrare che siamo una buona squadra, queste partite ci rendono fieri perché abbiamo lavorato per questo. Pensiamo anche al risultato di Plzen ma tutto dipende da noi perché abbiamo la forza di vincere contro la Roma se siamo uniti come abbiamo dimostrato fino adesso. È vero che loro sono superiori e noi lo rispettiamo ma questa volta possiamo vincere“.

Pensate ai problemi economici?
“Oggi devo dirvi che tutti i giocatori hanno ricevuto tutti i soldi e quindi non dobbiamo più pensare a questi problemi. Abbiamo superato tutto e siamo arrivati qui con l’aiuto del nostro staff e dei giocatori, abbiamo tutto per fare una grande performance. Questo club ha fatto già grandi cose vincendo il campionato e ora c’è questa grande opportunità di ottenere questa qualificazione”.

Siete ancora in corsa sia in campionato che in Europa League…
“Quando ho firmato con l’Astra ho chiesto dei grandi bonus al raggiungimento di certi obiettivi e tutti sono rimasti impressionati perché nessuno pensava di poter fare questa storia qui. Anche adesso credo che siamo i più forti del campionato rumeno anche se la classifica non è buonissima. Possiamo arrivare ai playoff però adesso abbiamo l’opportunità di fare la storia in Europa League”.

Cosa dovete fare per battere la Roma?
“Lo stesso che abbiamo fatto con il West Ham. Noi siamo agli estremi come squadra perché quando tutti ci danno per favoriti perdiamo e viceversa. In Europa facciamo i punti fuori perché con tanti tifosi è più bello giocare mentre qui abbiamo sempre avuto pochi tifosi e questo non è bello. Io sono sicuro che adesso avremo più tifosi allo stadio e possiamo fare una bella partita e vincere per loro”.

C’è qualcosa che fate prima delle partite importanti?
“Noi facciamo sempre le stesse cose prima delle partite, facciamo una preghiera tutti insieme e credo che questa volta se lo facciamo tutti insieme con fiducia possiamo avere l’aiuto della divinità”.

Top