LE PAGELLE DI ROMA-REAL MADRID Spalletti l’ha preparata al meglio: Salah e Perotti guizzanti, Florenzi tutto cuore e abnegazione. Pjanic pallida comparsa

Le Pagelle
Le Pagelle

Szczesny 5,5: Sulle uscite non ci siamo, timoroso e fuori tempo. Anche con i piedi non è il solito valore aggiunto. Sui goal può solo raccogliere la sfera in fondo al sacco. Fin troppo tranquillo…

Florenzi 7,5: Spalletti è stato chiaro “Devi fare una partita di sacrificio per limitare Ronaldo”. Detto fatto. La sua abnegazione è encomiabile. Non si nega nemmeno il lusso di spingersi in avanti diventando decisivo se Kralovec fosse un arbitro di livello internazionale. Quando è in palla come stasera nessun ruolo gli è precluso. Sfortunato oltremodo nel tocco dello 0-1. Iella!

Rudiger 6: La sua imprecisione nel far uscire il pallone dalla linea difensiva non permette alla squadra di ripartire rapidamente. Nella marcatura è piuttosto puntuale, senza affannarsi più di tanto. Grezzo!

Manolas 7: Benzema è stato ben arginato, quasi annientato. Tutto quello che gravita dalle sue parti viene allontanato o restituito al mittente. Più di cosi non gli si può chiedere onestamente. Lui a questi livelli ci sta bene e come…

Digne 6: La sua crescita tattica è esponenziale dall’arrivo del mister toscano. Copre e riparte con coraggio e disinvoltura. Su Jese poteva e doveva fare meglio, concedendo meno spazio per il diagonale. Carico!

Vainqueur 7: La spaccata in salvataggio su James Rodriguez ricorda Bonucci su Higuain. Si scioglie man mano dopo qualche iniziale imbarazzo di troppo. Alla fine esce osannato dal pubblico dopo esser stato a larghi tratti il migliore lì in mezzo. Se fosse entrata quella sventola dal limite…

Pjanic 5 La nota “meno” lieta dell’undici titolare. Deve prendere in mano il gioco e lo fa poco e male. Questi dovrebbero essere i suoi palcoscenici eppure fatica ad imporsi come attore protagonista. Al massimo comparsa.

Nainggolan 6: Corsa, recupero palloni e cattiveria. Lo spartito è chiaro, lui recita pedissequamente. Soldato!

El Shaarawy 6: Nel primo tempo si intestardisce in un paio di dribbling “scabrosi” al limite dell’area, perdendo regolarmente il pallone. Bella fuga prima dell’intervallo ma Varane è un cavallo di razza superiore. Si procura un altro rigore con un contropiede ben orchestrato. Guizzi!

Salah 6,5: E’ tornata la gamba, la brillantezza, la condizione migliore, e si vede. Strappa come solo lui sa fare e neanche i grandi difensori del Real riescono a stargli dietro. Peccato per quel controllo sbagliato a tu per tu con Navas. Frizzante!

Perotti 6,5: Questo profilo di falso nueve cucitogli addosso ne esalta le qualità. Si danna l’anima in un doppio lavoro che giova agli equilibri del gruppo e permette alla Roma di esprimere un buon calcio. Bilancia!

Dzeko (dal 63′ per El Shaarawy) 5,5: Ci si affida a lui per impattare il goal di Ronaldo e lui delude le aspettative con una buona occasione fallita a 10′ dal termine. Deve fare ben altro per essere considerarsi “sbloccato”.

De Rossi (dal 77′ per Vainqueur) s.v.: Nemmeno il tempo di capire dove si è posizionato.

Totti (dall’86’ per Florenzi) s.v.: Vedi sopra.

 

All. Spalletti 7: La partita viene preparata e interpretata nel modo giusto. La prestazione tattica del gruppo e l’apporto dei singoli è degno di una grande sfida europea e anche questo è merito suo se solo ripensiamo a quanto visto con il Bate Borisov. I miracoli non si possono fare ma il lavoro alla fine paga. Se solo fosse stato concesso almeno un calcio di rigore dei due sacrosanti, staremmo parlando di un altro match. Allenatore vero!

Papi&Parisi

Top