AS ROMA Per i tifosi Sabatini diventa un “asso pigliatutto”

W. Sabatini
W. Sabatini

C’è Silvio Piola che mostra con orgoglio la maglia della Roma e poi ci sono Sabatini e Garcia in motorino mentre si divertono a rubare una borsetta alla “nonnina” Lotito.Sono solo due dei tantissimi fotomontaggi che hanno inondato il web nelle ultime 24 ore. Come riporta l’edizione odierna del Corriere dello Sport, iIl caso Astori, trattato dalla Lazio e preso dalla Roma, non si spegne. La rabbia dei tifosi biancocelesti monta ogni minuto che passa, l’ironia di quelli giallorossi è irrefrenabile.

Sul web si parla poco o nulla delle qualità tecniche del difensore del Cagliari e del modo in cui verrà impiegato nella scacchiere di Garcia. Inutili e tediosi dettagli. Quello che conta è lo sfottò. I romanisti da questo punto di vista sono un fiume in piena. « Dai che ora Lotito lancerà l’assalto agli ex Talamonti e Oscar Lopez! Sarebbero due ottimi rinforzi per la difesa di Pioli », cinguetta un tifoso su Twitter, il social network che in queste ore sta raccogliendo l’universo degli stati d’animo provenienti dalla capitale. L’hashtag #Lotitoresisti è stato a lungo fra i più utilizzati assieme a #Astoriasiamonoi , finito anche nella top 5 delle tendenze italiane sul web.

E’ così che Sabatini diventa protagonista di una miriade di fotomontaggi: si passa da “ Papa Pio tutto ” a “ The Wolf of Trigoria ”, a copiare la locandina di un celebre film di Martin Scorsese. I richiami cinematografici continuano con Sabatini in versione Shining mente sfonda la porta con l’ascia sussurrando: « Dove sei? Tanto ti compro ». Il dirigente parla con Garcia e gli confessa: « Chi vuoi? Forse non hai capito, me li compro tutti ». Finito? Neanche per sogno. In un’altra immagine si vede Pallotta chiedere al solito Sabatini: « Walter, che ci facciamo con Astori? ». La risposta è immediata: « Non lo so, passava per Fiumicino e l’ho preso ». Addirittura qualche tifoso chiede al ds – per alcuni ribattezzato “Asso Pigliatutto” – di « rubare anche De Vrij ai cuginetti, così facciamo filotto».

Fonte: Corriere dello Sport

Top