IL ROMANISTA L’Olimpico è sempre più pieno

Curva Sud

(D. Giannini) Il sole alto in cielo, 20 gradi di temperatura, la Roma capolista. Gli ingredienti per alzarsi dalla poltrona, per distogliere gli occhi dalla tv di casa e per rinunciare al pranzo in famiglia ci sono tutti. C’è da andare a staccare le inseguitrici, c’è da andare a sostener la Roma che può, vuole, deve ripartire dopo la prima non vittoria stagionale. L’occasione è di quelle da non perdere e i romanisti stanno rispondendo alla grande.L’obiettivo per domenica alle 15, per la partita col Sassuolo, è quello dei 50mila spettatori. Alla fine ci si dovrebbe andare davvero vicini. Nella sola giornata di ieri sono stati staccati più di 2000 tagliandi. Tanti, perché tutti di Tribuna Tevere (di più) e Monte Mario (di meno).

D’altronde alternative non ce ne erano. La voglia di vedere la capolista dal vivo ha polverizzato la disponibilità negli altri settori. Non solo la Sud, esaurita in abbonamento, ma anche la Nord, i Distinti Sud e perfino il Settore Famiglie. Ed è qui che l’effetto delle tre del pomeriggio si è fatto sentire maggiormente. Perché, derby a parte, sarà la prima partita pomeridiana casalinga. Il tempo è ancora clemente (non sono previste piogge), perfetto per portare i bambini allo stadio, per formare le nuove generazioni romaniste. Il Distinto tra la Nord e la Tevere destinato, appunto, alle famiglie è sold out. Il resto è facile: ci sono posti solo in Tevere e Monte Mario. Il costo non è da poco. Per la prima ci vogliono 60 euro (57 per chi ha la Privilege), per la seconda addirittura 80 (76 con la Privilege) che diventano 95 per la Top. Per le donne, i ragazzi under 14 e per gli over 65 però c’è una sostanziosa riduzione, con la Tevere fissata a 40 euro e la Monte Mario a 55. Cifre comunque importanti, ma i duemila biglietti venduti ieri testimoniano che la voglia di vedere questa Roma, bella, vincente e capolista è più forte anche della crisi.

Al momento i biglietti venduti sono 18mila a cui aggiungere gli abbonati. Insomma, si è già superata quota 40 mila. E mancano ancora tre giorni e mezzo, compresa la mezza giornata di domenica, quella per alzare il naso all’insù per decidere se andare allo stadio oppure no. Ma solitamente la giornata con più vendite è il sabato. Se tenendo come riferimento la giornata di ieri (la prima con le sole tribune disponibili) ci dovesse essere una crescita costante di vendite, si dovrebbe arrivare alla fatidica quota 50mila. Un bel effetto, una grande carica per spingere la Roma sempre più in alto, per dare una mano a superare di slancio l’ostacolo Sassuolo. Sarà battuto il record stagionale, che per il momento è quello di Roma-Napoli (45.913 spettatori) anche se la partita col Chievo aveva sfiorato i 45mila nonostante la notturna infrasettimanale. Questa Roma ha conquistato il popolo romanista che ora può essere la spinta in più. Chi vuole, chi può, ha tempo per acquistare i biglietti fino alle 13 di domenica nei Roma Store e fino al fischio d’inizio nelle ricevitorie Lis e al Foro Italico Ticket Office. Per una domenica di calcio dal sapore di anni 80: il sole, lo stadio e… la Roma capolista.

 

Top