FIGURINE Scomparso Umberto Panini, ultimo fratello fondatore dell’impero

Figurine Panini

Si è spento ieri sera nella sua casa di Modena dopo una lunga malattia. Fondò con fratelli Giuseppe, Benito e Franco la Panini figurine. Ceduta l’azienda si occupò delle sue passioni: auto e motori.

È morto ieri sera Umberto Panini, l’ultimo dei quattro fratelli che costruirono l’impero delle celebri figurine. Aveva 83 anni e da tempo era malato. Nato a Pozza di Maranello il 3 febbraio 1930 lascia la moglie e quattro figli Manuela, Marco, Giovanni e Matteo. Dopo varie esperienze professionali in Venezuela, nel 1964 rientrò a Modena su esortazione del fratello Giuseppe che gli scrisse l’ormai storica frase “..l’America è qua, torna abbiamo bisogno di te”.

IL MONDO DELLE FIGURINE — Al suo ritorno, muove i primi passi nel mondo delle figurine affiancando i fratelli Giuseppe, Benito e Franco nell’attività delle Edizioni Panini. Si occupa in particolare della parte industriale e produttiva, progettando e realizzando i macchinari adibiti alle varie necessità dell’azienda, tra cui la celebre “Fifimatic”, la macchina per imbustare le figurine. Ceduta l’azienda, Umberto ha coltivato la sua più grande passione, quella per i motori e ha sviluppato a tempo pieno l’azienda agroalimentare Hombre a Modena.  

L’A.D. PANINI — “Apprendiamo con profondo dispiacere della scomparsa di Umberto Panini. Nonostante lui fosse uscito, insieme ai fratelli, dalla compagine societaria oltre 25 anni fa e si fosse dedicato alla sua azienda agroalimentare e alla sua passione per le auto e per la meccanica, il legame con l’azienda Panini e le persone che avevano condiviso con lui questa avventura meravigliosa era rimasto forte”, il commento dell’a.d. della Panini, Aldo Sallustro.

Fonte: Gazzetta dello Sport

Top