MERCATO ROMA Torna Curci, rinnova Lobont. Ma mercato in stallo

Sabatini

Il ritorno di Curci, il rinnovo di Lobont, alcune cessioni di giovani promesse (Antei, Piscitella, Politano, Viviani), per il resto ancora tutto fermo. Il mercato della Roma non decolla anche se nelle intenzioni di Sabatini c’e’ la volonta’ di chiudere al piu’ presto almeno un paio di operazioni in tempo per il raduno della squadra il 9 luglio a Trigoria agli ordini di Rudi Garcia, atteso di nuovo nella Capitale nel weekend. I nomi sul taccuino del ds sono innanzitutto quelli di Benatia dell’Udinese e di Nainggolan del Cagliari. Per il centrocampista, pero’, il patron Cellino non demorde e dopo il pranzo avuto a Milano con Sabatini per discutere dell’offerta giallorossa (8 milioni per la meta’ del cartellino) ha dichiarato di non voler rinunciare al giocatore. Parole di circostanza, che puntano innanzitutto ad alimentare l’asta su Nainggolan, elemento che interessa da vicino anche all’Inter.

Lo stallo interesse poi anche il ruolo del portiere: dopo la cessione di Stekelenburg e la decisione di non riscattare Goicoechea, Sabatini e’ alla ricerca di un nuovo numero uno. In attesa di individuare l’uomo giusto, la societa’ ha riportato a Trigoria Curci (gia’ in campo per allenarsi con una settimana d’anticipo rispetto ai compagni) e ha reso noto di aver rinnovato “con reciproca soddisfazione” il contratto di Lobont fino al 2016. Novita’ potrebbero quindi arrivare nel reparto offensivo con l’operazione Gilardino. “La Roma? Ogni volta che il tuo nome viene accostato alle grandi squadra fa piacere – ha dichiarato la punta una volta sbarcata a Milano, dopo la Confederations Cup – ora vado in vacanza, vediamo cosa succedera”. Tornato al Genoa per fine prestito dal Bologna, Gilardino potrebbe passare in giallorosso cambio di Borriello. Unico ostacolo, la differenza di ingaggio tra i due, come rivelato dallo stesso presidente Preziosi. Infine, sul fronte societario emergono dettagli sui rumors riguardanti un possibile ingresso in societa’ di un eventuale nuovo socio degli americani: nei primi mesi del 2013 Unicredit e’ stata contattata da un imprenditore tedesco che si sarebbe proposto come intermediario per conto di un soggetto giuridico russo con interessi in ambito sportivo. Approccio che ha portato a un nulla di fatto.

Fonte: ansa

Top