AS ROMA Sannino a Roma Channel: “Destro solo con la fame può diventare campione”

Giuseppe Sannino

Giuseppe Sannino, ex allenatore di Siena e Palermo, in visita a Trigoria quest’oggi, ha rilasciato le seguenti dichiarazioni:

Devo ringraziare la Roma che mi ha dato la possibilità di vedere un centro dove non ero mai stato. Faccio ancora parte di questo mondo, per noi è importante stare sul campo e se non c’è la possibilità guardare allenamenti ci dà la possibilità di rimanere aggiornati”.

Su Zeman:

“Quale miglior cosa poi di vedere un maestro come Zeman? E’ sempre stato un personaggio che ha incuriosito molti, sono qui per vedere la sua fase offensiva, non solo per quanto riguarda i movimenti ma anche per quanto concerne i dialoghi con i ragazzi. Vorrei tanto poter coniugare la sua fase offensiva con la mia mentalità nel preparare la fase difensiva. Sono contento di poter stare qui due-tre giorni e guardare”. 

Gli obiettivi della Roma?

“Ha ampi margini di miglioramento, peccato che in certe situazioni ha buttato via punti che aveva in tasca, fa parte del lavoro di Zeman, è arrivato quest’anno con una rosa che è cambiata parecchio. Il campionato offre possibilità di rimettersi in corsa, per quanto riguarda gli obiettivi c’è gente preposta a fissarli”.

La Serie A di quest’anno?

“La Juventus è la squadra da battere, l’ha dimostrato ieri sera in coppa. Ma ci sono quattro-cinque squadre che possono metterla in difficoltà: Fiorentina, Inter, Napoli e mi auguro le due romane. Tutti hanno la possibilità di dire la loro almeno per la Champions League”.

Mattia Destro?

“Ho sempre detto che Mattia ha i connotati per diventare un grande campione, ma a volte un ragazzo giovane come lui deve capire bene i momenti e le situazioni. Lui ha giocato a Siena dove la salvezza è un obiettivo massimo, ora si aspettano tutti grandi cose da lui. Non deve mai dimenticare la voglia di arrivare, deve pensare che in tutti gli allenamenti deve guadagnarsi il posto, solo con la fame può diventare un campione”.

Vuole tornare ad allenare?

“Vivo con entusiasmo, è normale che mi manchi il campo. Il calcio ti impone questi momenti, ho accettato le cose con grande umiltà e vivo con dignità questo momento. Devo ringraziare il Palermo che mi ha dato la possibilità di cimentarmi in una grande città. Spero di poter dimostrare di poter far parte di questo mondo”.

Fonte: Roma Channel

Top