IL ROMANISTA Futuro Greco per Leandro, Piris in arrivo

Leandro Greco in azione

(A. F. FERRARI) – A breve la Roma avrà il suo esterno destro. La scelta è stata fatta: arriva Piris. Il terzino paraguaiano di proprietà del San Paolo, o meglio di un fondo di investimento che lo ha girato in prestito al club brasiliano, arriverà a Roma nei prossimi giorni, se non ore. È quindi lui, classe ’89, la scelta fatta da Sabatini per rinforzare il reparto difensivo della Roma ma potrebbe non essere l’unica. La Roma, infatti, continua a seguire con molta attenzione l’esterno difensivo tedesco dell’Eintracht Francoforte, Sebastian Jung. Nel caso in cui dovesse arrivare anche lui, Rosi finirebbe automaticamente sul mercato ma al momento è si tratta solo di ipotesi. L’Eintracht, infatti, non vorrebbe cedere il giocatore con la formula del prestito ma solo a titolo definitivo ed avrebbe già rifiutato un’offerta del direttore sportivo giallorosso, Sabatini, che però non intende demordere.

CESSIONI Oltre che in entrata la Roma sta lavorando intensamente anche per quanto riguarda i giocatori in uscita. Bisogna sfoltire la rosa. Compito tanto difficile quanto necessario sia per diminuire il monte ingaggi sia per rendere più semplice il lavoro di Zeman. Dopo le partenze a titolo definitivo di Pigliacelli, Cicinho, Cassetti (tutti in scadenza di contratto), Antunes, Borini, Juan e Simplicio, e quelle in comprorpietà e in prestito di Bertolacci, Curci e Viviani, è in procinto di lasciare la Capitale anche Leandro Greco. Per lui, neanche a farlo apposta, c’è la Grecia dove lo attende l’Olympiacos. Domani il centrocampista romano partirà per Atene dove firmerà un contratto di tre o quattro anni molto ricco. A portare avanti la trattativa è stato il suo procuratore, Beppe Bozzo. Dalla sua cessione la Roma dovrebbe ricavare qualche bonus sulle prestazioni e su un’eventuale futura cessione del ragazzo ad un altro club. Sul piede di partenza, almeno secondo la Roma, sarebbero anche Borriello, Pizarro e Perrotta, esclusi di recente dalla tournée americana. I tre sono sul mercato non solo perché non sono più considerati indispensabili dalla società e da Zeman, ma anche e soprattutto perché hanno dei contratti abbastanza esosi per delle “riserve”.

I tre, che si stanno allenando a Trigoria, però vivono situazioni differenti: da una parte Borriello che sarebbe disposto anche a partire, interessa a Werder Brema, Tottehnam e Galatasaray. Delle tre Borriello preferirebbe di gran lunga l’ipotesi inglese ma l’entità della sua busta paga – bonus compresi, arriva ad incassare circa 4 milioni di euro – complica un po’ le cose. Dall’altra Perrotta e Pizarro. I due centrocampisti, al momento, non hanno alcuna intenzione di lasciare la Capitale. Il motivo principale è che entrambi hanno il contratto (un ottimo contratto) in scadenza il prossimo anno e quindi preferirebbero rimanere, anche a costo di andare in tribuna per tutta la stagione, piuttosto che accettare una qualsiasi altra destinazione. La Roma intanto è alla finestra e spera che i due si convincano ad intraprendere altre strade.

Top