IL MESSAGGERO Esordio con lo Zaglebie per Tachtsidis e Castan

I nuovi acquisti dell'As Roma

(U. TRANI) – Non ci saranno DiBenedetto, Pallotta, Ruane e D’Amore al Wrigley Field di Chicago per la prima gara della Roma nella tournée negli States contro lo Zaglebie Lubin, squadra polacca che si è classificata al nono posto nell’ultimo campionato. I proprietari aspetteranno i giallorossi a Boston, dove il gruppo si sposterà.

In tribuna, però, il tifo sarà comunque per la squadra di Zeman: quasi 20.000 spettatori nello stadio del baseball che per la seconda volta ospita una partita di calcio (la prima nell’84), almeno dodicimila portati allo stadio dal Roma club Chicago, poco meno di trecento iscritti e capaci di coinvolgere appassionati e turisti, anche gente che non vive nell’Illinois. La curiosità per chi segue da casa l’incontro in tv su Sky (in pay per view alle ore 21,30) è tutta per Castan e Tachtsidis: per il difensore brasiliano e il centrocampista greco il debutto con la nuova maglia. Il Wrigley Field, costruito 98 anni fa e in cui hanno girato il film Il Migliore con Robert Redford, è stato sistemato in fretta (il quotidiano di Chicago ha fatto riferimento solo ai lavori e non alla partita, con una foto notizia), ma sarà più stretto di quattro metri. Ieri pomeriggio allenamento al centro sportivo degli studenti, l’Uic. Dodò continua il lavoro differenziato.
L’ad Mark Pannes ha chiarito: «L’accordo con la Disney e questa tourneè possono aiutarci a livello internazionale, per avere più seguito all’estero. Per lo sviluppo del club». «E’ un onore essere qui, vogliamo mostrare il nostro lato migliore: un team di grandi talenti internazionali» ha spiegato il dg Baldini. Alla partita assisterà il vicepresidente Tacopina. Martedì Pallotta inviterà la squadra a cena, domani a Boston sarà il sindaco a ricevere la Roma. Hapal, tecnico ceco del Zaglebie Lubin, ha rivelato: «Se non fosse andato alla Roma, Zeman avrebbe guidato la nostra nazionale». La Roma ha intanto liberato Tancredi: da domani sarà il preparatore dei portieri della Russia di Capello.
Top