MARADONA. “Negli Emirati non mi vogliono far vincere”

Diego Maradona

Un tempo c’erano la ‘mafià e la ‘mano nerà di Havelange e Blatter, poi Ferlaino che non lo lasciava andare al Marsiglia, successivamente è stata la volta di George W. Bush e della Cia. Adesso invece a complottare sarebbe qualche sceicco. Diego Maradona continua a vedere nemici, anche adesso che allena negli Emirati Arabi Uniti, così ha denunciato che sarebbe in corso un complotto contro di lui e l’Al Wasl, la squadra che dirige, per impedirle di vincere il campionato. «C’è gente che vuole frenare i progressi dell’ Al Wasl – ha assicurato Maradona ai ‘medià argentini -. Infatti gli arbitri prendono sempre decisioni contro di me e la mia squadra». L’ennesima dura esternazione di Diego, fa riferimento al fatto che il Consiglio disciplinare della Federcalcio degli Emirati ha squalificato il calciatore dell’ Al Wasl Darwish Ahmed per il suo «comportamento inadeguato» durante la partita di sabato scorso contro l’ Al Shabab, conclusasi con un 2-2. Secondo i media tale risultato avrebbe molto amareggiato Maradona.

Fonte: Ansa

Top